Logo Razza Maltese

SONO LIETO DI ANNUNCIARE LA PROSSIMA NASCITA DI CUCCIOLI MALTESE
PREVISTA PER LUGLIO 2022

per informazioni: tel. 320 9144430

Logo Razza Maltese

LA MIA STORIA

La mia vita con il Maltese

Durante questi anni il Maltese ha fatto grandi balzi in avanti sia per qualità e, questo non guasta, sia per quantità e, su questo, apriamo un paragrafo.
Quando io iniziai a interessarmi al Maltese, avevo ventiquattro anni e possedevo un Yorkshire acquistato da un allevatore con affisso. Questo Yorkshire è stato la mia entry prima in esposizioni locali o regionali e poi a quelle più serie, dove si è sempre guadagnato la qualifica di ‘Eccellente’.

Gli allevatori italiani storici di Maltesi oramai erano quasi tutti in pensione dalle esposizioni ed ebbi la fortuna di seguire l’arrivo in Italia di soggetti provenienti sia dalla Gran Bretagna, dalla Danimarca e dagli Stati Unitierano Maltesi di una bellezza incredibileTutti agli esordi con la razza, che ai tempi era quasi estinta in Italia, e allora tramite una compagnia di amici allevatori di tutt’altre razze iniziai a frequentare, solo a titolo di visitatore, le grandi esposizioni Internazionali estere dove il Maltese era molto presente con soggetti di alto pregio. Ebbi la fortuna di farmi un’idea di come volevo fosse il “mio Maltese” … Innanzitutto una femmina perché avevo l’opportunità dell’aiuto della mia famiglia e il posto ideale in piena campagna; imparai, rubando il mestiere con gli occhi, a toelettare le teste all’americana con i due ciuffi. In una di queste importanti  expo ho conosciuto l’allevatrice giusta, al momento giusto e nel posto giusto, che aveva una femmina disponibile.

Cane Maltese

Il resto è storia… ho prodotto molti campioni entrando nella rosa degli allevatori con affisso FCI, che fu una trafila lunga e i miei cani iniziarono a interessare allevatori italiani ed esteri e come ho potuto, ho soddisfatto con grande oculatezza le richieste che ricevevo. Russia, Spagna, Svizzera ecc … alcuni hanno fondato il proprio allevamento da un mio soggetto e ciò mi fa molto onore. Molti hanno brillato sui ring di tutta Europa, esposti da me, o dai loro proprietari.

BRICIOLE DI STORIA

Briciole di storia recente del Maltese

Gli allevatori seri e coscienziosi hanno sempre lavorato con soggetti eccellenti che hanno fatto rinascere la razza italiana Maltese facendola risalire alle più alte vette della qualità.
Qualcuno ha visto il business e sono comparsi i Maltesi atipici, quelli che arrivavano in tir dai paesi dell’Europa dell’est dalle “puppy mills”, in altre parole capannoni pieni di fattrici che, chiusi in stie da polli, ogni sei mesi sfornavano e, sfornano tuttora, migliaia di cuccioli che, a quarantacinque giorni, tolti dalla mamma, varcavano i nostri confini ed erano poi smerciati a basso costo. Fortunati se sono sopravvissuti, sia al viaggio sia al fatto che, stipati, bastava che un cucciolo avesse un virus per farli ammalare tutti … poi, gli sfortunati acquirenti portavano le creaturine dal veterinario. Pochi se ne sono salvati. Senza vaccinazionisverminazioni e microchip, consegnati da persone sconosciute all’uscita dell’autostrada e che crescendo non avevano le caratteristiche e non hanno ancora nulla a che vedere con una razza con uno standard ben descritto. O troppo grandi con teste e corpi sproporzionati e, per chi alleva, posso dire ‘brutti’ o, il mito e la ricerca spasmodica del Maltese Toy, quasi un criceto, che non esiste perché il Maltese non ha variazioni di taglia se non lo standard che traccia le proporzioni e le grandezze minime e massime, ma non la divisione in sottogruppi detti Toy o Grandi.


Il CBM, Club del Bolognese e del Maltese, ha un sito consultabile, dove è ampiamente spiegato come deve essere un Maltese e il dimorfismo sessuale fra maschio e femmina.

Cane razza Maltese

Ora va di moda il maltese Coreano, che a mio parere se allevato da allevatori seri è un bellissimo Maltese sempre con le caratteristiche tipiche della razza. Purtroppo però ho visto su riviste, cani che sembrano degli alieni, con occhi sproporzionati, dalle teste globose e sicuramente non dalla lunga vita … in media un Maltese sano arriva anche a 14/15 anni.

Cane razza Maltese

La mia linea di sangue, in altre parole i miei soggetti attuali, sono un mix fra il Maltese inglese e quello coreano che in fondo non è altro, quest’ultimo, che il Maltese americano, dal quale i coreani hanno attinto i soggetti, acquistandoli nei migliori allevamenti statunitensi; sono corretti sia per taglia sia per selezione e acquistati da allevatori seri di fama mondiale

Cane razza Maltese

I miei soggetti sono tipici non presentano problemi di nanismo o dentature scorrette e il loro peso è quello del Maltese puro, le loro misure rispettano lo standard. Il Maltese non è un cane piccolo ma di sostanza, deve essere un gran camminatore e avere un carattere gioioso e sempre pronto al gioco; felice e vigile, fa anche una buona guardia alla casa. I miei soggetti, quando noi non ci siamo o arriva qualcuno di sconosciuto, abbaiano e passato il “pericolo”, dopo poco prendono coccole e carezze a più non posso.

IL MALTESE

Cenni sulla morfologia e sul carattere del Maltese

Cucciolo di cane di razza Maltese

Il pelo non fa muta quindi cresce fino al suolo, è il cane anallergico per eccellenza non avendo sottopelo, non lascia batuffoli di lanugine per la muta del mantello. Il mantello del Maltese è un segno distintivo della razza ed è una mantellina aderente al tronco, del quale segue le forme senza divisione, ciocche e bioccoli. La testa è la parte che fa del Maltese quasi una bambola di porcellana, deve essere bella, con un bel tartufo di buona misura, occhi scintillanti e grandi, espressivi e tipici della razza.
Lo standard di razza prevede una altezza al garrese di 21-25 cm. per i maschi e da 20-23 cm. per le femmine. Il peso si attesta sui 3/4 kg.
Il Maltese è un cane vivace, affettuoso, molto docile e molto intelligente.

Purtroppo, al momento, non esiste un libro che tratti di questa razza, ma non è detto che in un futuro prossimo potremo trovarlo in libreria con la collaborazione di tanti cari amici allevatori cui rivolgo un saluto di cuore, di continuare ad allevare tenendo alto il valore del Maltese, razza italiana e allevata in Italia. 

Chi ama il bello ama le rose e non può non amare il Maltese

IL CUCCIOLO MALTESE ARRIVA A CASA

Brevi consigli per un buon inizio con il cucciolo di razza Maltese

Cucciolo di razza Maltese

Per legge un cucciolo non può lasciare il domicilio dove è nato, che è stato riportato sui modelli inoltrati alla Delegazione ENCI, di zona prima di due mesi/60 giorni di vita, per eventuali controlli di cucciolata da parte dell’ENCI. Il nostro amico dovrà avere obbligatoriamente il microchip inoculato dal veterinario e inoltrato all’ASL di zona in via telematica insieme a tutti i dati anagrafici e tutto il piano sanitario completo.
Il cucciolo Maltese, a mio parere, deve essere adottato dopo aver concluso il piano sanitario ovvero le verminazioni per i parassiti intestinali con 2 dosi a distanza di 20 giorni (che verrà somministrata a 25 giorni dalla nascita) e una dose in proporzione al peso del cuccioli con una pastiglia per i vermi lunghi tipo tenia ecc. Le vaccinazioni sono una parte saliente e importantissime quindi dovranno esserne state inoculate almeno due. Sarà cura del proprietario eseguire i dovuti richiami.
Un cucciolo è come un bambino. Non conosce il pericolo fino ad una certa età,  perciò dovrà essere nostra premura prevenire eventuali incidenti. Il cucciolo dovrà sempre essere messo in sicurezza.

Cucciolo cane Maltese

La cura del mantello del Maltese

Il Maltese nasce ricoperto da un sottile strato di pelo bianco,  tranne le orecchie, che sono rosa; in breve tempo il pelo comparirà anche su quest’ultime. La pulizia generale del neonato è espletata dalla mamma, che si occupa, stimolando con energiche leccate, della minzione e l’emissione delle feci, quindi il giaciglio sarà sempre caldo e pulito. Durante lo svezzamento i cuccioli usciranno dal giaciglio e faranno i loro bisogni su una traversina. Io utilizzo quelle in stoffa, per il letto a uso umano, lavabili, sono comode e riciclabili all’infinito. L’uso di questo tipo di traversine in alternativa a quelle “usa e getta”, ha il vantaggio di evitare che i cuccioli si mettano a grattarle e ne esca il fluff assorbente. Ora passiamo al cucciolo di tre mesi, da quest’età il cucciolo avrà già una bella e folta pelliccia setosa; dovranno iniziare le spazzolate quotidiane, per abituarlo, come se fosse un gioco, a farsi pettinare.
Particolare attenzione sarà data ai punti, dove c’è frizione da movimento, quindi sotto il petto, fra le zampe anteriori e le zampe posteriori; ciò sarà fatto con un pettine a denti di ferro senza strappare il nodino, avendo cura prima di aprirlo delicatamente con le dita. Ci sono ottimi prodotti sciogli-nodi che vanno nebulizzati sul nodo stesso, massaggiando il pelo, poi pettinandolo senza che il cucciolo abbia a soffrirne.
Quando il mantello inizia a crescere e diventa lungo, la prima cosa sarà fare un ciuffetto con i peli della testa in modo che il cucciolo possa vedere senza ostacoli. Questo ciuffetto non deve includere il pelo che si trova alla base dell’attaccatura anteriore delle orecchie, perché potrebbe arrecare fastidio al cucciolo e stimolare la sua istintiva “grattatina”.
Bisognerà sempre controllare che le orecchie al loro rovescio non presentino il colore arancione, perché è sintomo della presenza di acari; in questo caso è consigliabile consultare il veterinario, che vi farà la ricetta per un antiparassitario otologico.

Cuccioli cane Maltese

Il cucciolo è cresciuto e con le Vostre amorevoli cure, il mantello è diventato lungo e, sorge il dilemma di come tenerlo, corto o lungo? Se preferite mantenere il mantello lungo si dovrà fare un bagno ogni venti giorni usando prodotti specifici per cani e soprattutto per la razza Maltese. Esistono linee cosmetiche di shampoo e balsamo specificatamente studiati per il Maltese e, le troverete anche su notissime piattaforme di vendita online. Se si decide di lasciare il cane più libero, o non si ha voglia o tempo per una bella e profonda cura quotidiana, allora si potrà decidere per un taglio puppy trim professionale, che lo renderà comunque bellissimo e, potrà correre libero in giardino senza che foglie e legnetti s’intrufolino nel mantello creando nodi terribili. Ricordate che va sempre spazzolato anche con il pelo corto e lavato ogni 20-30 giorni.

Cucciolo razza Maltese

Per il paragrafo ‘Maltese da Esposizione’ si apre un discorso molto lungo e complesso e, i neofiti, potranno essere sapientemente seguiti dall’allevatore esperto nella cura del mantello, per esporre il soggetto in show Nazionali o Internazionali.
Per il dente dolente della lacrimazione rossa, questa dipende da molti fattori. L’alimentazione influisce se contiene allergeni, consultare l’allevatore e/o il veterinario. Dipende inoltre dalla pulizia quotidiana del contorno occhi, avendo accortezza di non irritare l’occhio stesso.

Cuccioli cane Maltese

L’ambiente deve essere pulito con prodotti che non siano irritanti appunto ed è comodo avere due ceste, per non lasciarne senza il cucciolo quando una è lavata. Ceste reperibili in commercio dalle mille forge e colori, che devono essere lavate e disinfettate in lavatrice con prodotti adatti. Mai ceste in vimini, sono sconsigliate, perché il cucciolo potrebbe morsicarle e ingerirne parti pericolose. Non usare MAI il borotalco perché è il peggiore allergene per gli occhi. Piuttosto, come facevano i vecchi allevatori, usate la fecola di patate, sempre facendo attenzione agli occhietti, se i baffetti sono troppo bagnati. Io personalmente utilizzo le salviettine umidificate con azione antibatterica e posso dirvi che funzionano benissimo!
Ora tocca a Voi, buon lavoro!

Cane Maltese

Il movimento del Maltese

Il Maltese ha un movimento tipico che si sviluppa, data la struttura e la costruzione scheletrica, in rapide piccole battute, che fanno sembrare che voli, scivolando sul pavimento con uno charme tutto particolare.

Nei soggetti da esposizione questo è più evidente, visto che il mantello del corpo arriva ben oltre il suolo e lo fa sembrare quasi un fantasmino. Vederli muovere in un ring è molto affascinante ed emozionante. Il cucciolo arriva a casa e non conosce l’ambiente, non conosce i pericoli. Se avete scale mettete dei cancelletti e se avete balconi metteteli in sicurezza con una rete a maglie strette.
Lasciate che corra libero, soprattutto se avete un giardino e il clima lo permette, se volete portarlo a passeggio acquistate un guinzaglio sicuro.
Il cucciolo va abituato piano piano a camminare al ‘piede’; inizierete con piccoli tratti di strada, possibilmente poco trafficata e senza mezzi rumorosi.
Il Maltese è un instancabile camminatore, amante delle scampagnate e salite in montagna, con i debiti stop di ripresa. Tornati a casa date una breve spazzolata per togliere eventuali foglie e rametti si potrebbero essersi infilati nel mantello.
Con il vostro veterinario valutate un piano di protezione dai parassiti esterni, pulci, zecche, pappataci e zanzare.
Buona passeggiata…

L'alimentazione del Maltese

Il ventre della mamma dovrà essere rasato per facilitare la ricerca delle mammelle ai cuccioli. Il cucciolo nasce e, automaticamente o dopo breve tempo, cerca la mammella della mamma per suggere il latte che lo nutrirà fino al tempo dello svezzamento. L’ambiente dovrà essere ben riscaldato così i cuccioli beneficeranno di calore costante. La mamma li lascerà solo per nutrirsi e per sporcare. Fino a che il cucciolo prenderà il latte materno sarà la mamma a tenerlo pulito stimolandolo, leccando le parti interessate. 
Lo svezzamento può avvenire tramite paté appositi tipo omogeneizzato o con le crocchettine starter che sono le più piccole e ricche di nutrienti. Verranno messe a bagno in acqua calda e saranno poi poste in piattini dai bordi bassi. I cuccioli si abitueranno presto ad alimenti diversi dal latte materno. Inizieranno autonomamente a nutrirsi perché il mangime è ricco e molto  appetibile. Ovviamente dovranno avere a disposizione sempre acqua fresca o in ciotola o in beverini, tipo quelli dei coniglietti nani. 

Razza Maltese

Maltesi di 14 e 7 anni

I cuccioli sono già dotati di uno spiccato senso per l’alimentazione e se cercano l’acqua la riusciranno a bere anche dai beverini … potrebbe sembrare particolare, ma così è.
Dopo lo starter, a circa tre mesi, si passerà alla crocchetta puppy che è studiata per il giusto e bilanciato contenuto di fattori nutrienti e per la crescita ossea. Questo tipo di crocchetta io la consiglio fino a 9 mesi quando la crescita del nostro piccolo Amico sarà completa. Si passerà poi a una crocchetta di mantenimento, sempre nella variante mini,  vista la taglia dei Maltesi.
Da evitare assolutamente sono: il cioccolato o prodotti che lo contengono, le patate, se non quelle americane ben cotte, gli insaccati. Io consiglio di non dare l’abitudine di assecondare le loro richieste di cibo che stiamo mangiando a tavola. Non è educato e può essere nocivo.
Sono consigliati: i biscotti tipo gallette come premio, fette di mela, carote ecc.

“Piccole attenzioni, grandi risultati!”

Cane Maltese

CONTATTI

+39 320 914 4430